Storia di successo
Pubblicato: 8 mesi fa

Scoprire i segreti dell'Inquisizione portoghese con Hervé Baudry

"Secondo le regole inquisitorie del passato, tutto doveva rimanere segreto". Per punire le persone accusate di essersi allontanate dal credo cristiano, l'Inquisizione portoghese conduceva processi avvolti nella segretezza e nella censura. Tuttavia, questi processi venivano registrati in fascicoli giudiziari che sono attualmente conservati nell'Archivio Nazionale del Portogallo (ANTT), in attesa di essere trascritti e analizzati. Oggi, grazie al duro lavoro del TraPrInq progetto, i segreti a lungo custoditi dell'Inquisizione portoghese vengono gradualmente svelati. 

Per scoprire il contenuto dei documenti dei processi inquisitoriali, il team di TraPrInq ha deciso di utilizzare un modello di riconoscimento testuale alimentato dall'intelligenza artificiale per trascrivere questi documenti datati dal 1536 al 1821. Hervé Baudry, ricercatore senior presso il CHAM-Centro per le scienze umane della Nuova Università di Lisbona e coordinatore del TraPrInq progetto, ci ha spiegato come è stato possibile trascrivere i verbali dei processi inquisitoriali con l'ausilio di Transkribus.

Ufficiale Sito web della TraPrInq Progetto. © TranPrInq

Il progetto TraPrInq

300 anni di produzione archivistica e più di 40.000 fascicoli di questi processi dell'Inquisizione portoghese sono conservati presso l'Archivio Nazionale del Portogallo, in attesa di essere trascritti e analizzati. Riconoscendo il potenziale dei documenti dei processi, i "Processos", il Progetto TraPrInq è stato creato. Il nome unico "TraPrInq", una parola nonce, riassume la sua missione: "Transcrever os Processos da Inquisição Portuguesa, 1536-1821", che si traduce come "Trascrivere i processi giudiziari dell'Inquisizione portoghese, 1536-1821". 

Tuttavia, il tentativo di svelare la storia nascosta in migliaia di pagine di documenti presenta una sfida significativa: l'accessibilità. Non tutti possono accedere a questi archivi storici o leggere manoscritti secolari. 

Data la sua precedente conoscenza di Transkribus, Hervé Baudry ha riconosciuto questa sfida e ha pensato a una soluzione: "Nel 2020, un webinar per laureandi brasiliani sugli studi inquisitoriali mi ha portato a concepire un progetto che potesse aiutare a superare le difficoltà incontrate dai non-paleografi per leggere e consultare gli archivi". Da qui è nato il progetto TraPrInq, che consiste in una team di undici paleografi dal Portogallo e dal Brasile, con l'obiettivo primario di creare un prodotto versatile modalità di riconoscimento del testol utilizzando Transkribus e rendendolo disponibile al pubblico. 

Processo a Manuel Gois, Processi del Tribunale dell'Inquisizione portoghese, 1586. © ANTT

I processi dell'Inquisizione portoghese

Rendere questi "Processos" accessibili alla ricerca e al pubblico rappresenterebbe una risorsa preziosa, spiega Hervé Baudry. "Nella cultura portoghese, come in quella spagnola e italiana, la censura della prima età moderna è fortemente legata all'Inquisizione". Lo stretto legame tra la censura della prima età moderna e l'Inquisizione nelle culture portoghese, spagnola e italiana può essere attribuito al doppio ruolo dell'Inquisizione come autorità religiosa e politica. Individuando e reprimendo le deviazioni religiose dal cristianesimo all'interno del Paese, l'Inquisizione portoghese sottoponeva le persone a processo per imprigionarle con l'accusa di eresia o stregoneria. Quando la censura divenne parte delle attività inquisitorie, tutti coloro che avevano contatti con l'Inquisizione, persino i detenuti che venivano rilasciati a causa del sovraffollamento delle carceri, dovevano firmare un giuramento di segretezza. 

Oltre al valore storico generale della scoperta di informazioni sul passato, rivelare il contenuto di documenti trattati con segretezza può portare a nuove scoperte e approfondimenti. Determinato a farlo, il team di TraPrInq si è riunito per sbloccare i processi dell'Inquisizione portoghese utilizzando Transkribus.

Processo di Isacco Almosnino, Processo del Tribunale dell'Inquisizione portoghese, 1618. © ANTT

Trascrivere documenti secolari con Transkribus

Il materiale utilizzato per addestrare il modello di riconoscimento del testo di Transkribus consisteva in documenti scritti a mano di processi giudiziari dell'Inquisizione portoghese dagli anni 1536 al 1821. Dal database digitale esistente dell'Archivio Nazionale del Portogallo, TraPrInq ha estratto oltre 6.000 immagini e trascritto più di un milione di parole per la creazione di un modello di riconoscimento del testo. Ground Truth

Per creare la verità di fondo e formare un'efficiente modello personalizzatoIn primo luogo è stato necessario trascrivere un numero ragionevole di testi e in secondo luogo è stato necessario ripartire tra i membri del progetto i testi provenienti da mani diverse. Hervé Baudry spiega inoltre che "c'era un imperativo di quantità e qualità, rinnovato a ogni sessione dopo la formazione sul modello". Nel corso di nove sessioni di formazione, iniziate nel giugno 2022 e terminate nel luglio 2023, il team ha trascritto l'intero corpus di 6000 documenti digitalizzati. Dopo la quarta sessione di addestramento del modello di riconoscimento del testo portoghese, i risultati hanno iniziato a diventare più efficienti, al punto che "la trascrizione manuale poteva essere gradualmente sostituita correggendo solo gli errori commessi dal motore [di riconoscimento del testo]".

La trascrizione di documenti danneggiati o di documenti con layout complessi è stata comunque difficile. "Tali immagini hanno un CER superiore a 15-20%", afferma Baudry. 

Sebbene non sia possibile cancellare i danni ai documenti storici, Transkribus ha già migliorato il riconoscimento dei layout con nuovi modelli di layout addestrabili. Con il Modelli di campo (già disponibile su beta.transkribus.euI modelli Transkribus possono essere addestrati a riconoscere e trascrivere automaticamente layout complessi come quelli di periodici, registri, documenti legali o moduli. 

Superando le sfide, il tasso di errore finale dei caratteri (CER) dopo l'addestramento è stato di 5,2%, rendendo l'accuratezza del modello di riconoscimento del testo Transkribus pari a 94,8%.

Modello pubblico di riconoscimento del testo Transkribus: Grafia portoghese del XVI-XIX secolo. 

Un risultato di successo del progetto TraprInq

L'obiettivo del progetto TraPrInq, durato 18 mesi, era quello di creare un modello di riconoscimento del testo pubblico e disponibile per chiunque. E infatti, nell'estate del 2023, il nuovo modello per la scrittura portoghese del XVI-XIX secolo è stato reso pubblicamente disponibile per ogni utente di Transkribus.

Trovate il modello qui: Grafia portoghese del XVI-XIX secolo

Baudry è soddisfatto dell'esito del progetto: "I membri del team e le persone di altri progetti che hanno contattato il nostro hanno utilizzato il modello con grande efficacia". Hervé Baudry aggiunge che, cosa più significativa, i testi riconosciuti automaticamente da questo nuovo modello portoghese non facevano parte del progetto TraPrInq e provenivano da fonti non inquisitorie. Ciò significa che il modello è efficace con testi e tipi di documenti diversi. Questi risultati sono stati presentati alla riunione finale del progetto, Humanidades Digitais e Estudos Inquisitoriais (Conferenza sulle Digital Humanities e gli Studi Inquisitoriali) nel giugno 2023.

Inoltre, Baudry afferma che il progetto è servito come passo iniziale verso la trascrizione sistematica dei documenti, per rendere disponibili i documenti digitalizzati e trascritti su Transkribus Sites (ex Read&Search).

Riflettendo sul progetto, Hervé Baudry esprime la sua ammirazione per tutti i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione del progetto. partecipanti al progetto TraPrInq che, nonostante l'incertezza dell'esito, "ha fatto comunque il grande passo, accettando il mio invito a partecipare!". E insieme sono riusciti a raggiungere il loro obiettivo. Desidera inoltre esprimere la propria gratitudine al compianto Dirk Alvermann

che, in un momento cruciale per TraPrInq, ha messo tutte le sue capacità e la sua simpatia al servizio del progetto.

Sbloccare le opportunità per i progetti futuri

Riconoscimento del testo scritto a mano (HTR) non è una novità per la comunità archivistica e, sebbene ci sia un grande interesse, non sempre ci sono i mezzi per utilizzarla in questo modo. "TraPrInq è stato un primo passo verso qualcosa di enorme e ambizioso", osserva Hervé Baudry. Finora è stata studiata solo una frazione dei 3,4 milioni di pagine dell'Archivio dell'Inquisizione e solo una piccola parte dei 40.000 file dell'Archivio Nazionale del Portogallo è stata trascritta e modificata.

Baudry spiega che il modello Transkribus è stato creato come strumento per rendere più accessibili gli archivi inquisitoriali e che si spera che un giorno tutti i documenti dell'Inquisizione portoghese saranno trascritti e resi leggibili per tutti.

Transkribus offre il potenziale per estrarre informazioni e conoscenze dai documenti storici e svelare il passato scritto. Grazie alla possibilità di addestrare modelli personalizzati utilizzando il software di trascrizione alimentato dall'intelligenza artificiale, progetti quali TraPrInq hanno il potenziale per trascrivere documenti storici e renderli disponibili per ulteriori ricerche. 

Per quanto riguarda i processi dell'Inquisizione portoghese, Hervé Baudry ha concluso che il software HTR di Transkribus "è stato in grado di infrangere un doppio segreto, uno storico e l'altro paleografico".

Suggerimento Transkribus di Hervé Baudry:

"Transkribus può sembrare un po' complicato da imparare, ma in poche ore lo si può usare, e ne vale la pena".

Miniatura: Foto ritratto di Hervé Baudry. 

Panoramica