+ READ presenta alla conferenza Digital Humanities - rapporto da DHd 2017

Nel febbraio 2017, il progetto READ era presente al DHd 2017 a Berna, Svizzera. La conferenza annuale di studi umanistici digitali in tedesco riunisce studiosi e scienziati che lavorano all'intersezione delle scienze umane e delle tecnologie digitali. Oltre alle presentazioni di nuovi approcci e sviluppi tecnologici e accademici, l'attenzione è stata posta sulla sostenibilità. Le note chiave e le diapositive dei discorsi sono ora disponibile online.

In un workshop, organizzato da Tobias Hodel (Archivio di Stato del cantone di Zurigo), READ ha portato le tecnologie e gli approcci sviluppati più vicino alle parti interessate, principalmente istituzioni archivistiche con vasti patrimoni e progetti che si occupano di edizioni e trascrizioni digitali. Oltre alla presentazione di Transkribus, il nostro strumento principale per la trascrizione e il riconoscimento del testo scritto a mano, la tecnologia Writer Identification di prossima implementazione è stata introdotta da Stefan Fiel del Università tecnica di Vienna.

Stefan Fiel (Università Tecnica di Vienna) dimostra l'identificazione dello scrittore [Immagine di Tobias Hodel]
Il progetto READ ha anche organizzato un panel, riunendo quattro infrastrutture di ricerca che si occupano della produzione di testo da fonti manoscritte. Oltre al già noto Textgrid e Transcribol'impresa olandese MONK ha presentato il suo lavoro con l'analisi del layout e il riconoscimento del testo. Sono stati discussi gli aspetti tecnici, la longevità e lo scopo dei diversi progetti. Gli ambienti di ricerca virtuali per ogni progetto sono diretti a diversi gruppi di studiosi e ricercatori. Per coloro che sono interessati a saperne di più, abbiamo contribuito a un post sul blog di Dhd confrontando i diversi processi e le capacità di questi progetti.

READ e Transkribus non sono stati menzionati solo nel suo pannello e nel workshop, ma anche in discorsi e presentazioni di altri progetti che stanno lavorando regolarmente con i nostri strumenti e algoritmi (vedi ad es. diapositive di Eva Fasshauer). In conclusione, rileviamo non solo un interesse da parte della comunità accademica, ma anche un impegno più ampio a investire tempo nell'uso delle nostre applicazioni.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Messaggi recenti

20 giugno 2022
Transkribus
Di Joe Nockels, Università di Edimburgo Nell'ambito della sua ricerca di dottorato presso l'Università di Edimburgo e la National Library ...
15 giugno 2022
Transkribus, Webinar
Siamo entusiasti di lanciare la nostra nuova serie di webinar "Ask Us Anything", in cui i partecipanti possono chiederci qualsiasi cosa ...
Giugno 9, 2022
Uncategorized
La nuova funzione di condivisione potrebbe essere un piccolo pulsante per una schermata, ma è una grande funzione per ...