+ Digitalizzazione in crowdsourcing con DocScan

Al progetto READ, crediamo nell'uso di tecnologie all'avanguardia per aiutare le persone a studiare una ricca varietà di documenti storici.

Lo strumento Laboratorio di visione artificiale all'Università Tecnica di Vienna (uno dei partner del progetto READ) hanno sviluppato il DocScan app mobile proprio per questo scopo.

L'applicazione rileva automaticamente l'area della pagina di un documento in millisecondi e fornisce un feedback in tempo reale sulla qualità dell'immagine. Ha anche una funzione di scatto automatico che scatta una foto ogni volta che si gira una pagina. Funziona particolarmente bene se usato insieme al nostro ScanTent (anch'esso sviluppato dal Computer Vision Lab), che tiene un telefono cellulare in posizione sopra un documento storico e permette la scansione a mani libere.

Il notevole potenziale di questi strumenti è stato rivelato al nostro recente Conferenza degli utenti Transkribus. Dirk Alvermann del Biblioteca dell'Università di Greifswald (uno dei I partner del MOU di READ) ha presentato i risultati di un esperimento che la sua squadra ha condotto.

L'idea è che gli utenti dell'archivio possano lavorare con DocScan e il ScanTent per digitalizzare i documenti storici con il loro telefono cellulare e poi condividere le immagini risultanti direttamente con l'archivio.

Come mostrato nel video qui sotto, la biblioteca universitaria di Greifswald ha assegnato un codice QR a un set di documenti e ha chiesto agli utenti di scansionare questo codice con l'app DocScan prima di iniziare la digitalizzazione dei documenti. Una volta che le immagini sono state scansionate usando DocScan e l'ScanTent, sono state caricate sul nostro Transkribus e divenne disponibile per la visualizzazione e la trascrizione nell'interfaccia Transkribus Web. La biblioteca è stata poi in grado di creare collegamenti nel suo repository digitale, collegando i metadati d'archivio con le immagini digitalizzate su Transkribus Web. Una versione futura di DocScan renderà più facile l'inserimento delle immagini direttamente nei sistemi d'archivio.

Dirk Alvermann ha sottolineato che questo flusso di lavoro potrebbe essere incredibilmente vantaggioso per i piccoli archivi che non hanno fondi per la digitalizzazione. Anche se il contenuto generato dagli utenti non è un sostituto per una strategia di digitalizzazione completa, ha il vantaggio di creare nuove risorse e di coinvolgere gli utenti interessati all'archivio.

L'app DocScan è disponibile per il download ora, gratuitamente. Il ScanTent è ancora in fase di sviluppo e sarà disponibile per la vendita e il noleggio più avanti nel 2019.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Messaggi recenti

20 giugno 2022
Transkribus
Di Joe Nockels, Università di Edimburgo Nell'ambito della sua ricerca di dottorato presso l'Università di Edimburgo e la National Library ...
15 giugno 2022
Transkribus, Webinar
Siamo entusiasti di lanciare la nostra nuova serie di webinar "Ask Us Anything", in cui i partecipanti possono chiederci qualsiasi cosa ...
Giugno 9, 2022
Uncategorized
La nuova funzione di condivisione potrebbe essere un piccolo pulsante per una schermata, ma è una grande funzione per ...