+ Ernie O'Malley intervista il progetto su Transkribus

Dal 1930 al 1953 un veterano della rivoluzione irlandese (1912-23), Ernie O'Malley, intervistò oltre 450 dei suoi ex compagni sulle loro esperienze. Anche se depositati negli archivi dell'UCD dagli anni '70, questi quaderni sono stati in gran parte inaccessibili agli studiosi, principalmente a causa della grafia impenetrabile di Ernie O'Malley. Di conseguenza, una delle fonti più ricche sulla vita e la vita successiva alla Rivoluzione irlandese è stata sottoutilizzata e ampiamente messa in ombra da altri resoconti.

Poiché le interviste di O'Malley, unicamente grintose, grafiche e atmosferiche, miglioreranno la comprensione dell'Irlanda rivoluzionaria e post-rivoluzionaria, e poiché questi quaderni forniscono anche eccellenti fonti per gli studiosi impegnati in più ampi studi comparativi sulla violenza politica e la guerra civile, un team di due redattori, la dottoressa Anne Dolan, professore associato di storia irlandese moderna al Trinity College di Dublino, e la dottoressa Eve Morrison, Canon Murray Fellow in storia irlandese all'Università di Oxford, in collaborazione con gli archivi della UCD, hanno deciso di produrre la prima edizione completa dei quaderni.

Questo è quello che dicono del loro lavoro con Transkribus:

"Di fronte a un'impresa lunga un decennio, abbiamo consultato il nostro collega Dr David Brown (Trinity College Dublin) riguardo a Transkribus. Egli ha usato Transkribus con effetti meravigliosi su manoscritti della prima età moderna. Se Transkribus potesse affrontare la mano di O'Malley, cambierebbe radicalmente le prospettive del nostro lavoro, e così è stato. Il nostro primo modello ha prodotto risultati oltre le nostre più rosee aspettative. Transkribus ha trascritto oltre 120 quaderni in meno di due settimane, risparmiandoci diversi anni di lavoro. Ora abbiamo una prima bozza completa di circa 3.000.000 di parole da modificare e preparare per la pubblicazione.

Il successo che abbiamo avuto con Transkribus ci ha permesso di espandere la portata del nostro progetto. Oltre a rendere le trascrizioni liberamente disponibili online insieme alle copie digitali dei quaderni attraverso la UCD Digital Library, l'Irish Manuscripts Commission pubblicherà anche un'edizione completa e commentata in più volumi. Il nostro uso di Transkribus significa che questa fonte inestimabile per la storia dell'Irlanda moderna non sarà più trascurata".

Su questo sito potete trovare maggiori informazioni sui progetti dell'UCD-Archives: http://www.ucd.ie/archives

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Messaggi recenti

20 giugno 2022
Transkribus
Di Joe Nockels, Università di Edimburgo Nell'ambito della sua ricerca di dottorato presso l'Università di Edimburgo e la National Library ...
15 giugno 2022
Transkribus, Webinar
Siamo entusiasti di lanciare la nostra nuova serie di webinar "Ask Us Anything", in cui i partecipanti possono chiederci qualsiasi cosa ...
Giugno 9, 2022
Uncategorized
La nuova funzione di condivisione potrebbe essere un piccolo pulsante per una schermata, ma è una grande funzione per ...